STUDIO DI FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE SPORTIVA

Dott. Loris e Paola Stella

 

CELLULAR MATRIX


Cellular Matrix è un'innovazione rivoluzionaria in Medicina Ortopedica che combina due tipologie di trattamento in una sola per risultati ottimali. Il Plasma Ricco di Piastrine Autologo (A-PRP) fornisce una riserva di fattori di crescita autologhi, ed inoltre:

  • aumenta la produzione di Collagene;
  • migliora l'elasticità, il tono e la consistenza dei tessuti;
  • stimola la proliferazione e la differenziazione delle Cellule Staminali;
  • attiva l'Angiogenesi;
  • crea un effetto di volume.

L'Acido ialuronico (AI) è la molecola maggiormente coinvolta nel mantenimento dell'idratazione dei tessuti, per la sua capacità unica nel trattenere l'acqua:

  • viene utilizzata da oltre 25 anni in Medicina Ortopedica;
  • è il maggior componente della matrice extra-cellulare e copre un ruolo importante nella proliferazione e migrazione cellulare;
  • si lega all'acqua e crea volume;
  • stimola proliferazione e migrazione delle cellule.

BioBridge Foundation e Regenlab, con il patrocinio del Premio Nobel per la Medicina 2008 Luc Montagnier e del Professor Ivo Pitanguy, il più famoso chirurgo plastico al mondo, hanno recentemente presentato a Venezia “Cellular Matrix”, un dispositivo medico che permette la preparazione di una miscela di PRP (Plasma Ricco di Piastrine) e Acido Ialuronico che, una volta iniettato in un qualsiasi tessuto danneggiato, fornisce alle cellule autologhe una matrice tridimensionale che ha la capacità di migliorare la proliferazione cellulare e aumentare i fattori di crescita.

     Dr. Loris Stella con il Prof. Ivo Pitanguy

Il metodo Cellular Matrix cambia radicalmente l’approccio alla terapia della ricostruzione cellulare, soprattutto nell’ambito della medicina ortopedica, della chirurgia plastica, dell’odontoiatria e non solo.

 

ACIDO IALURONICO E PLASMA RICCO DI PIASTRINE

DOSAGGIO, SOMMINISTRAZIONE E PROPRIETÀ

Iniezioni intra-articolari. L’acido ialuronico è un componente delle articolazioni sinoviali che migliora l’elasticità e la resistenza del liquido sinoviale agli urti. Il plasma ricco di piastrine contiene fattori di crescita (tra cui PDGF, TGF-ß, IGF, EGF, VEGF, FGF), che favoriscono e accelerano la guarigione dei tessuti duri e molli. Quando entrambi HA e PRP sono iniettati nell’articolazione, il dolore si riduce grazie al miglioramento della lubrificazione dell’articolazione e dell’assorbimento degli urti. Per ottenere un effetto più efficiente, una riduzione del dolore più duratura e il miglioramento della mobilità, si raccomanda di iniettare una dose per ogni articolazione interessata. Diverse articolazioni possono essere trattate contemporaneamente. Il trattamento può essere ripetuto secondo la valutazione del medico.

COMPOSIZIONE

La provetta A-CP HA, che è sotto vuoto, consente il prelievo di 7 ml di sangue e contiene:

• 2 ml di gel di acido ialuronico in tampone fosfato (cloruro di sodio, idrogenofosfato dipotassico, diidrogenofosfato di potassio, cloruro di potassio ed acqua per preparazioni iniettabili).

• 3 g di gel separatore in poliestere inerte.

• 0,7 ml di anticoagulante (citrato di sodio al 4%).

CONTROINDICAZIONI

Non somministrare ai pazienti con ipersensibilità accertata verso uno dei componenti, o affetti da gravi malattie come il cancro o infezione nell’articolazione o nell’area trattata. Si sconsiglia la somministrazione del preparato HA/PRP a pazienti affetti da malattie infiammatorie articolari e malattie autoimmuni come artrite reumatoide o morbo di Bechterew. Si sconsiglia la somministrazione ai bambini, alle donne in gravidanza o in allattamento.

PRECAUZIONI

Iniezioni intra-articolari. Le iniezioni del preparato HA/PRP nella cavità articolare devono essere eseguite con le stesse precauzioni di qualsiasi altra iniezione intra-articolare. Il paziente non deve svolgere attività fisica per un’ora dopo l’iniezione ed evitare attività faticose o carico di pesi per 48 ore dopo l’iniezione intra-articolare .

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI

Il prelievo di sangue e l’iniezione possono causare danni ai vasi sanguigni ed ematomi. Reazioni infiammatorie locali secondarie possono verificarsi nel sito di iniezione quando si inietta per via intra-articolare. Ciò può comportare dolore temporaneo, sensazione di calore, rossore e gonfiore nell’ar-ticolazione o nella zona trattata con il preparato HA/PRP. L’applicazione di ghiaccio nei minuti dopo l’iniezione, o un trattamento analgesico locale il giorno dopo l’iniezione, possono ridurre questi inconvenienti. Sono state anche segnalate occasionalmente ipersensibilità, tra cui, raramente, anafilassi. Sono stati riportati casi in cui la somministrazione di HA provoca delle reazioni infiammatorie pronunciate. Reversibili Reazioni infiammatorie sono state osservate da 1 a 2 settimane in seguito ad iniezioni a papule.