RIFLESSOLOGIA PLANTARE

Premessa

Il massaggio riflessologico rientra nel quadro delle cosiddette medicine “olistiche”. La parola “olistico” sta ad indicare una medicina globale, che considera l’uomo nella sua totalità e, quindi non concentra l’attenzione su un singolo aspetto della sua salute.

Che cos’è la riflessologia

La riflessologia plantare è una particolare forma di massaggio che consente, attraverso una serie di stimolazioni e compressioni effettuale sulle zone dei piedi, di accertare lo stato di salute, di esercitare un’azione di prevenzione e di intervenire su eventuali disturbi. Si tratta di una tecnica antica di millenni, che è nata nell’estremo oriente.

Riflesso

Per la fisiologia, prende questo nome una risposta motoria o secretoria automatica, che non dipende cioè dalla volontà dell’individuo. Nella riflessologia questa risposta è indotta dalla trasmissione di uno stimolo che parte da un recettore periferico (presente per esempio sul piede o sulla mano), giunge a un organo centrale come cervello o midollo spinale e da qui si dirige a un organo effettore (un muscolo, una ghiandola, un organo). In pratica, la terapia delle zone riflesse si propone, attraverso la stimolazione e la manipolazione di alcuni punti specifici, di migliorare le funzioni dell’organismo e di influenzarne una evoluzione positiva.

Sensibilità

I piedi sono organi altamente sensibili: su ognuno di essi sono presenti 7.200 terminali nervosi. Sulla pianta si trovano moltissimi meccanocettori ed esterocettori, sensibili alla pressione.

Osservazione

Ogni terapia parte dall’osservazione del paziente, della sua postura, dal suo modo di muoversi e di camminare. E ovviamente si osservano i piedi, la loro posizione, le loro tensioni e la loro forma.

Benefici

I piedi sono una struttura delicata, preziosa, fondamentale per una buona qualità della vita, che viene sottoposta a inevitabile sovraccarico quotidiano. Meritano quindi di essere oggetto di attenzione e di venir trattati con cura. L’esistenza di reazioni riflesse a un contatto è non solo oggetto di segnalazioni attendibili da parte di medici, ma esperienza molto comune. Un bel bagno caldo, un buon massaggio ai piedi sono sempre seguiti da una sensazione molto piacevole e rilassante. La riflessologia plantare tende al miglioramento in tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. L’obiettivo è quello di eliminare gradualmente, durante le sedute, queste condizioni spesso interconnesse, riuscendo a ripristinare l’equilibrio del corpo.

Percorso riflessologico

Una terapia riflessologica è costituita da tre momenti. Il primo è la ricerca dei punti dolenti: attraverso una risposta più o meno dolorosa da parte del paziente, si identificano le parti da trattare. Il secondo è il trattamento di riequilibrio generale, volto al ripristino dell’equilibrio dei vari organi. Il trattamento personalizzato, infine, si focalizza sui punti più dolenti, che riflettono dunque gli organi in maggior disequilibrio.

I benefici della riflessologia plantare

  • Migliora la circolazione sanguigna
  • Elimina le varie tossine
  • Riduce tensione e stress
  • Attiva il sistema endocrino
  • Disgrega i depositi di cristalli acidi accumulati
  • Mantiene il corpo in perfetto equilibrio (salute)
  • Regolarizza le funzioni ormonali dell’apparato genitale sia maschile che femminile
  • Migliora la salute dell’apparato digerente
  • Riduce le infiammazioni a livello di occhi ed orecchie
  • Ripristina il potere autocurativo presente in ognuno di noi

La riflessologia è utile inoltre in caso di:

  • Mal di testa
  • Dolori articolari
  • Infiammazioni del sistema urinario
  • Problemi mestruali
  • Insonnia
  • Menopausa
  • Cisti ovariche, ecc…